Chi siamo

L’Associazione Montessori Treviso si è costituita per sostenere e promuovere il metodo Montessori e la sua applicazione con l’impegno di organizzare (principalmente a livello locale) attività di studio, di ricerca, di divulgazione e formazione al fine di sensibilizzare genitori, educatori, insegnanti, dirigenti scolastici, ed il pubblico in generale sul metodo Montessori. Il nostro intento è creare un confronto costruttivo tra diversi metodi educativi, riscontrando che è un bisogno sempre più frequente nelle famiglie del territorio; inoltre sosteniamo l’apertura di sezioni a metodo Montessori nella scuola primaria pubblica e nella scuola dell’infanzia.

La nostra storia inizia nel 2015 con la proposta di portare a Treviso una scuola a metodo Montessori da parte di Carolina Albretti e Ketty Lorenzet: due mamme fiduciose di poter promuovere l’istituzione di sezioni Montessori nella scuola pubblica, alla luce della convenzione tra MIUR e Opera Nazionale Montessori del 2013 (e poi rinnovata nel 2016). Carolina, psicologa e psicoterapeuta, era stata Direttrice della Scuola Montessori di Via Milazzo a Milano, quindi docente ai corsi dell’Opera Nazionale Montessori ed è esperta sulla psicologia dello sviluppo del bambino secondo il metodo Montessori. Ketty era molto attiva con l’Associazione Madamadorè onlus proponendo ai bambini laboratori manuali e creativi e organizzò degli incontri per illustrare ai genitori gli aspetti fondanti il pensiero e l’opera di Maria Montessori, con Carolina attivarono una raccolta firme per attestare l’esistenza di un interesse verso questo metodo e presentare all’USR/UST la domanda di attivare una scuola primaria a metodo Montessori. Ad inizio 2016 hanno incontrato l’interesse del Dirigente Scolastico dell’IC1 Martini Prof.ssa Milena Valbonesi, della Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Dott.ssa Barbara Sardella, del Sindaco Giovanni Manildo e dell’Assessore alla Formazione scolastica del Comune di Treviso Dott.ssa Anna Caterina Cabino, quindi Ketty e Carolina hanno presentato la proposta ad un gruppo di rappresentanti del Collegio Docenti e del Consiglio di Istituto dell’IC1 Martini per istituire una sezione a metodo Montessori presso la Scuola primaria Bindoni di Treviso. Si arrivò al grande successo dell’Open day del 17 gennaio 2017 che ha portato molti genitori ad iscrivere i propri bambini alla classe Prima iniziata a settembre 2017… che oggi è anche la prima sezione a metodo Montessori nel nostro territorio.

Ketty Lorenzet si è dedicata per molti mesi ad instaurare una serie di contatti con l’Opera Nazionale Montessori e gli Enti formatori promuovendo la realizzazione a Treviso di un corso di formazione “di differenziazione didattica Montessori per insegnanti di scuola primaria” (supportando l’IC1 Martini nello svolgimento), incontrando numerosi insegnanti, educatori e genitori interessati; ed ha maturato il desiderio di condividere la conoscenza e la scoperta del metodo con amiche mamme a cui è legata da grande affetto e profonda amicizia nonché con insegnanti ed esperti verso i quali ha molta stima e gratitudine. Così alla fine del 2016 ha proposto di costituire l’Associazione Montessori Treviso, ufficialmente fondata il 17 gennaio 2017, della quale è stata nominata Presidente. Da subito è stato richiesto di essere “associati” all’Opera Nazionale Montessori, proponendo attività conformi ai fini statutari e alle “linee programmatiche” dell’ente fondato da Maria Montessori e con gioia la conferma di associazione è riconosciuta da gennaio 2019.

soci fondatori, con formazioni ed esperienze nel mondo dell’educazione, della scuola e del sociale, sono: Carolina Albretti, Emanuela Maria Bertone, Carlotta Crosato, Lucia Dal Moro, Ketty Lorenzet, Simone Piazza, Manuela Santicoli.

I membri del Consiglio Direttivo di seguito si presentano:

Emanuela Maria Bertone << Sono una pedagogista e istruttrice di nuoto appassionata del mondo montessoriano; poiché l’ho potuto respirare fin da piccola grazie ai racconti di mio padre, cresciuto libero pensante nella scuola Montessori di Torino. Attualmente ho realizzato i miei più grandi sogni: diventare madre e potermi dedicare ai bambini in qualità di insegnate di sostegno nella scuola primaria. Per completare la mia formazione ho frequentato con grande passione ed entusiasmo il corso di didattica differenziata Montessori 6-11 anni a Treviso. Altra esperienza di vita in qualità di cultura che mi ha avvicinata al concetto di  autoregolazione del bambino é stata la possibilità di divenire una consulente alla pari in allattamento: ho toccato con mano le vere competenze del neonato. Quando gli viene lasciata la libertà di scelta e d’azione. >>

Savina Brini  << Sono un’insegnante di scuola dell’infanzia e primaria, mamma di due bambini, attualmente iscritta a scienze dell’educazione e specializzata nel Metodo didattico Differenziato Montessori (6-11). Da diversi anni ritengo che il mondo della scuola abbia bisogno di un cambiamento radicale. L’attenzione destinata al bambino è sempre più rivolta al far sì che egli adempia sempre il dovere di perfetto alunno. Il rispetto dei tempi di apprendimento nella scuola a metodo tradizionale di oggi è inesistente, si corre incessantemente per stare al passo con i programmi ministeriali, al pari di ogni classe, al pari dell’altra maestra e così via, lasciando così nell’indifferenza e nell’oblio i reali bisogni educativi e fisiologici del bambino. Con l’Associazione vorrei apportare una ventata di novità nella scuola, divulgare il metodo Montessori, vedere bambini realmente felici di andare a scuola, condividere esperienze positive nell’ambiente scolastico, osservare gli apprendimenti e gli sviluppi di ognuno di loro, scorgere e dare spazio al loro interesse, alla loro curiosità e capacità di applicare meccanismi cognitivi personali e autonomi nelle loro attività e -fondamentale- continuare ad imparare da loro. Vorrei poter non vedere più bambini schiacciati dal peso della scuola, una scuola antica, da zaini colmi di libri, dall’ansia dell’aver svolto bene o meno i compiti assegnati per casa, seduti e invitati a stare seduti per ore ed ore su di un banco di fronte ad un sussidiario che nulla dice. Penso che vivere e insegnare in un ambiente accogliente all’apprendimento sereno, che ponga attenzione e rispetto ai tempi del bambino, alla sua libertà di crescere, scegliere, scoprire il mondo con le proprie mani, sia una grande soddisfazione per un’insegnante perché sta aiutando quel piccolo essere a diventare un uomo virtuoso, un uomo sul quale poter fare affidamento… il nostro futuro, la nostra ricchezza, la nostra società. Attualmente insegno alla Scuola parentale Montessori bilingue di San Donà di Piave. >>

Marilina Conte << Sono Marilina Conte, anno 1964. E’ l’anno dell’inaugurazione dell’Autostrada del Sole, sono gli anni della ricostruzione e del boom economico, anni in cui gli Italiani avevano sogni da sognare e non avevano la paura che glieli rubava. Comunque il 1964 è anche l’anno di Mafalda e della Nutella. Sono diplomata magistrale, ma questo diploma l’ho ripreso in mano nel 2013 quando sono andata in cassa integrazione da un’attività commerciale e marketing. Ho lavorato presso l’Ufficio Relazioni col Pubblico di Borgo Cavalli dell’Ulss 2. Riprendere il percorso dell’insegnamento mi ha portata a fare esperienze nella scuola dell’Infanzia con laboratori di motricità e musica e nella scuola Primaria con attività per il tempo integrato, ed a superare il concorso Docenti 2016 scuola Primaria. Poco prima di conoscere l’esito del concorso ho comunque deciso di iscrivermi al corso speciale di differenziazione didattica Montessori di Treviso per insegnanti di scuola Primaria. Ho fatto questa scelta perchè penso sia tempo di cambiare. Sono tempi in cui c’è bisogno di uomini liberi e pensanti. Maria Montessori parla di maestro interiore, di bambino insegnante dell’uomo, di uomini nuovi. Attualmente insegno alla Scuola primaria statale Montessori Renier Michiel di Venezia. Sono stata sposata, non ho figli, ho tre nipoti adottivi. Ho in affido periodico, come famiglia di appoggio, una ragazza che ha appena compiuto 18 anni. Sono volontaria ADVAR, l’associazione di Treviso che assiste gratuitamente, a domicilio e presso la Casa dei Gelsi, i malati che non possono guarire, ma che, proprio per questo, necessitano ancora di più di cure e sostegno. Sono appassionata di antropologia, di stile liberty e di gatti. Credo nel potere dei libri e nell’informazione che verifica le fonti. Sono contraria all’abuso della tecnologia ai soli fini commerciali. Penso che ognuno di noi abbia il compito civico di fare il meglio che può per sè e per gli altri. O, per dirla con Maria Montessori, questo è il nostro compito cosmico, dato che siamo parte di un tutto. >>

Stefania Donadi << … >>

Ketty Lorenzet << sono una mamma vulcanica ed energica, con più idee in testa che tempo per realizzarle, ho un compagno molto paziente e due bambini di 3 e 7 anni che mi riempiono la vita, una passione per l’arte e l’architettura, la natura e il paesaggio. (IN)seguo la creatività e la fantasia proponendo attività manuali per bambini, laboratori di pittura e riciclo, prediligendo materiali poveri ed elementi naturali. Negli ultimi tre anni mi sono appassionata al metodo Montessori dedicandomi al Progetto di scuola primaria pubblica a metodo Montessori a Treviso, sempre impegnata nell’attesa di raccogliere i frutti di tanto lavoro… ma intanto felice di poterne vedere i primi germogli. Ho “anche” un lavoro, una laurea e un master… ahimè per niente montessoriani ma dedicati alla tutela dell’ambiente! >>

Manuela Santicoli << sono una mamma innamorata di sua figlia, la quale ha cominciato a leggere ed appassionarsi di metodo Montessori proprio dalla maternità. Laureata in economia, specializzata in ambito economico-sociale, ho svolto le mie prime esperienze professionali occupandomi di progetti per l’immigrazione e politiche sociali in provincia di Brescia, nel mio territorio di origine. Da dieci anni ormai vivo per motivi familiari in provincia di Treviso, dove ho sempre svolto lavori precari e saltuari, occupandomi principalmente, negli ultimi 6 anni, di fare la mamma…. per ora! Ho tanti sogni, uno dei quali ha incontrato i sogni degli altri soci fondatori e ha deciso di realizzarsi: fondare un’Associazione che sostenga e promuova l’apertura di classi a metodo Montessori anche e soprattutto nella scuola pubblica. Ho assistito all’apertura della classe a metodo Montessori presso l’IC1 Martini con grande ammirazione e speranza di riuscire a fare lo stesso anche nel territorio di Conegliano e dintorni. Credo nei bambini, nel loro potenziale, nella loro creatività e curiosità e mi piacerebbe che questo sia solo il primo di tanti sogni da realizzare!!! >>